• Via Mantova 149/C
    25018 Montichiari (BS)
  • Dal lunedì al venerdì
    8.30 - 12.00 | 14.00 - 17.30
  • 030 9961131
    Chiedi una consulenza
Sicurezza: gli obblighi di datori di lavoro e dirigenti

In ambito salute e sicurezza sul lavoro, i datori di lavoro e i dirigenti hanno degli obblighi non delegabili e stabiliti chiaramente dal Testo Unico per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro.

Tra i più rilevanti:

  • Nominare il medico competente per effettuare la sorveglianza sanitaria (nei casi previsti dal Testo Unico).
  • Designare i lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, in generale, di gestione dell’emergenza.
  • Individuare il preposto o i preposti per l’effettuazione delle attività di vigilanza.
  • Fornire ai lavoratori i necessari e idonei dispositivi di protezione individuale, anche con il parere dell’RSPP o del medico competente, ove presente.
  • Vigilare affinché gli unici lavoratori esposti a rischi specifici siano quelli formati e addestrati per quel rischio.
  • Rispettare le scadenze previste dall’eventuale sorveglianza sanitaria, inviando i lavoratori alla visita medica in tempi utili.
  • Adempiere agli obblighi di informazione, formazione e addestramento previsti per la sua attività.
  • Consentire ai lavoratori di verificare, mediante il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, che le misure di sicurezza e protezione siano correttamente applicate.
  • Comunicare in via telematica all’INAIL e all’IPSEMA, entro 48 ore dalla ricezione del certificato medico, i dati e le informazioni relativi agli infortuni sul lavoro che comportino un’assenza del lavoratore di almeno un giorno, escluso quello dell’evento.
  • Aggiornare le misure di prevenzione in caso di mutamenti organizzativi e produttivi rilevanti dal punto di vista della salute e sicurezza del lavoro.
  • Comunicare in via telematica all’INAIL e all’IPSEMA i nominativi dei rappresentati dei lavoratori per la sicurezza, già eletti o designati (in fase di prima applicazione della norma) o in caso di nuova elezione o designazione.
  • Nei casi in cui vige la sorveglianza sanitaria per alcuni lavoratori, vigilare affinché essi siano adibiti alla mansione specifica solo con il giudizio di idoneità del medico competente.

Ricordiamo inoltre che il datore di lavoro ha due obblighi personali non delegabili: la valutazione dei rischi (dalla quale consegue la stesura del DVR) e la nomina dell’RSPP.

Contattaci per una consulenza sulla tua attività