• Via Mantova 149/C
    25018 Montichiari (BS)
  • Dal lunedì al venerdì
    8.30 - 12.00 | 14.00 - 17.30
  • 030 9961131
    Chiedi una consulenza
Sicurezza e igiene nei cantieri: cosa dice il Testo Unico

Il D. Lgs. 81/2008 contiene precise prescrizioni per l’organizzazione dei cantieri nel rispetto della salute e della sicurezza dei lavoratori. In questo articolo ripercorriamo le principali.

I luoghi di lavoro al servizio dei cantieri edili devono rispettare precise norme logistiche e di organizzazione, per garantire la massima salubrità e sicurezza ai lavoratori. Il Testo Unico per la salute e la sicurezza sul lavoro mette in particolare risalto:

  • Gli obblighi generali di sicurezza
  • Gli obblighi relativi ai servizi igienico-assistenziali

Obblighi di sicurezza nei cantieri

I primi requisiti specificati dal Decreto 81 riguardano le misure e i dispositivi per la sicurezza dei lavoratori. In particolare, si parla di:

  • Organizzazione degli spazi e dei flussi di lavoro: gli ambienti di lavoro in cantiere devono essere agevoli e mantenuti in ordine, con un occhio di riguardo in particolare per la movimentazione dei vari materiali, per la manutenzione periodica delle attrezzature di lavoro e per la cooperazione e il coordinamento tra datori di lavoro e lavoratori autonomi;
  • Areazione e temperatura: l’aria deve essere sufficientemente salubre da permettere ai lavoratori una permanenza prolungata in sicurezza, e qualsiasi fonte di inquinamento dell’aria deve essere tempestivamente rimossa. In più, la temperatura degli ambienti deve essere per quanto possibile confortevole per l’organismo umano;
  • Vie di circolazione: devono essere ben organizzate e segnalate, e a viabilità separata (cioè non condivisa tra mezzi e persone) ogni qualvolta possibile.

Obblighi per i servizi igienico-assistenziali in cantiere

Il Testo Unico precisa le norme da rispettare nella messa a disposizione dei lavoratori dei servizi igienico-assistenziali in cantiere. Ecco i principali:

  • Spogliatoi e docce: qualora previsti, devono essere mantenuti in adeguate condizioni di igiene, dotati di riscaldamento e acqua calda nelle stagioni invernali e sufficientemente grandi per organizzare lo spazio in modo sicuro e per dislocare comodamente arredi ed effetti personali dei lavoratori;
  • Armadietti: devono essere dotati di sistemi di sicurezza che consentano ai lavoratori di chiudere a chiave i propri indumenti/effetti personali durante l’orario di lavoro;
  • Bagni e lavabi: devono essere dotati di acqua corrente, riscaldata se nelle stagioni invernali e devono essere completi di mezzi detergenti e per asciugarsi. Il numero minimo di lavabi è di uno per ogni 5 lavoratori impiegati nel cantiere, e il numero minimo di gabinetti è di uno ogni 10 lavoratori impiegati nel cantiere.
  • Bagni mobili chimici: qualora necessari, devono essere utilizzati e manutenuti in modo da minimizzare il rischio sanitario per gli utenti, quindi devono essere in numero adeguato e periodicamente puliti;
  • Locali di refezione: qualora i pasti vengano consumati in cantiere, a disposizione dei lavoratori vanno previsti mezzi per preparare e/o riscaldare vivande e un ambiente sufficientemente illuminato e areato, dotato di sedie e tavoli, dove mangiare;
  • Locali di riposo: devono essere forniti di luce artificiale, acqua potabile in quantità sufficiente e devono essere riscaldati nelle stagioni fredde. È obbligatorio anche fornirli di servizi igienici e dell’arredamento necessario a disporre comodamente i propri effetti personali.

Qualora si preveda l’uso di monoblocchi prefabbricati come locali di servizio, le norme di sicurezza, igiene, areazione e illuminazione vanno applicate nello stesso modo.

L’utilizzo di caravan o roulottes come servizi igienico-assistenziali è invece consentito esclusivamente a inizio cantiere, per un periodo non superiore a 5 giorni, scaduti i quali devono essere pronti all’utilizzo i regolari locali previsti dalla normativa.

Ricordiamo che le prescrizioni contenute nel Decreto 81 interessano tutti i luoghi di lavoro e tutelano, oltre alla salute dei lavoratori, anche il rispetto di fondamentali norme di sicurezza.

Contattaci per una consulenza sui tuoi ambienti di lavoro